skip to Main Content

Ciao sono Max la persona vera dietro a BartaMax.com, dove racconto la mia storia, in modo da sciogliere dubbi e paure che alcuni hanno prima di buttarsi sul web, quale che sia il loro obiettivo.

Nato nel millennio ormai passato, amo le destinazioni lontane, osservare e comprendere culture differenti; ho un lavoro che presto cambierò(sarete i primi a saperlo) e non mi arrendo mai.

Uso le difficoltà di ogni giorno per diventare una versione ancora migliore di me stesso,

Una versione che raggiunga il Proprio Unico Successo personale che identifico in una vita libera da impegni che devo fare controvoglia in un posto di lavoro che non è certo il mio ideale di vita.

Una Versione libera finanziariamente e quindi in grado di vivere la propria vita al massimo

Successo Personale

caratteristiche positive uomo
Sale 1726235

Vendere di più alzando il prezzo: la Percezione è tutto.

Alzare i prezzi non è solo negativo, nei giusti casi fa esplodere il numero di vendite.

Abbassare i prezzi è forse la tattica più usata al mondo per entrare su di un nuovo mercato, vendere di più o conquistare nuovi clienti.

Data la sua universale diffusione è sovente la prima opzione che viene messa in atto quando il numero di vendite non è soddisfacente:

non importa se si trascina dietro un carico di altri problemi, viene tentata lo stesso.

Non esiste un giusto prezzo di un prodotto o di un servizio, dipende dal tempo e dal luogo, ad esempio qualche anno fa era normale spendere migliaia di euro per telefonare con il cellulare o all’estero anche con quello di casa:

ora 50 euro al mese con le tariffe fisse del cellulare sembrano un esagerazione e pochi sono disposti a spendere oltre i 15/20€ mese.

Se non esiste un giusto prezzo di un prodotto di un servizio, nel momento in cui decidiamo di fare qualcosa e dobbiamo scegliere il prezzo da dare al nostro servizio, può diventare un vero e stressante rompicapo.

A quanto vendo la mia consulenza via Skipe?

Quella di persona, quanto la devo valutare?

La mia Newsletter è meglio sopra o sotto 100 euro?

Per entrare nell’area privata, meglio 9 euro mese o 99?

Intanto qualche concetto base del Pricing, cioè l’arte di attribuire il giusto prezzo ad un prodotto servizio.

Il giusto prezzo visto dalla parte di chi vende non ha niente a che fare con costi di produzione, benefici al cliente ecc. ecc.

Il giusto prezzo è quello che massimizza vendite e ricavi!

In realtà quello che conta di più sono i guadagni netti, il numero di vendite può essere anche minore, poco importa, la prerogativa base è che aumenti il guadagno.

Vero che il prezzo siamo sempre in tempo ad abbassarlo in seguito, ma non è cosa buona e giusta, sempre meglio alzarlo nel futuro che abbassarlo.

Per ipotesi io oggi mi sono regalato l’abbonamento alla newsletter di bartamax sul giusto modo di affrontare, resistere ed infine vincere la sfida di uscire dalla corsa del topo.

Prezzo 199 euro.

Mi sembra giusto, ho già grazie ai consigli gratuiti di Max fatto notevoli passi avanti che valgono sicuramente di più dei 199 euro spesi, in più sicuramente se già free sono buoni, i consigli a pagamento saranno sicuramente ancora migliori.

Quello sopra è un normale ragionamento più o meno conscio che molti acquirenti si fanno quando comperano qualcosa, nel caso specifico informazione su internet.

Cosa accade, cosa pensa l’acquirente se il prezzo cambia?

Max decide di aumentare il prezzo da 199 a 299 euro per la sua Newsletter:

il prezzo è l’unica cosa che cambia tutto il resto rimane identico.

Io che ho pagato 199 euro quando scopre che BartaMax ha aumentato di ben il 50% il prezzo della newsletter, mi congratulo con me stesso:

ho fatto bene a prenderlo subito, mi pareva strano che tutte quelle ottime informazioni fossero date via ad un prezzo così basso, ecc. ecc.

Questo sistema di aumentare i prezzi nel futuro, tende a premiare le persone che ci hanno dato fiducia per primi.

Cosa succede se i prezzi li abbasso?

Bartamax pensa che diminuendo il costo della sua newsletter le vendite triplicheranno, quindi decide di tagliare il 50% del prezzo.

Quando io che ho pagato 199€ mi accorgo che dopo una settimana lo stesso prodotto è in vendita da Bartamax a 99 euro mi incazzo un bel po’:

non solo con Bartamax, anche con me stesso per essere stato uno dei pochi coglioni ad averlo pagato il doppio!

Più ci penso e più mi ci rode:

cavolo sono uno dei primi ad avergli dato fiducia, a seguirlo nella sua impresa e mi fa pagare il doppio, premiando in questo modo gli ultimi arrivati…

Proprio non mi va giù, i miei soldi Bartamax se li può scordare in futuro, che siano i nuovi a finanziarlo, vedremo come saranno contenti quando Max abbasserà di nuovo il prezzo!

Alzare i prezzi nel futuro aumenta la nostra credibilità ed autorevolezza.

Quando dobbiamo fare il lancio di un prodotto, di un servizio spesso si usano i principi di scarsità e di limitatezza dell’offerta nel tempo e nel prezzo per convincere i potenziali clienti a cliccare sul tasto acquista.

Non mantenere la parola data e ripetere più volte le stesse offerte o ancora migliori rispetto alla prima ci fa passare, come del resto saremo, come poco seri, degli imbonitori da mercato che strillano molto ma non mantengono mai ciò che dicono.

Come fare a vendere un prodotto ad un prezzo più basso non facendo arrabbiare i primi clienti?

Mettiamo che sono passati un paio di anni e Bartamax ha fatto un nuovo prodotto, mentre il vecchio che avevamo comprato non vende più molto dato il suo prezzo troppo alto per una cosa datata.

Abbiamo detto che abbassare il suo prezzo è un ipotesi da evitare se possibile:

questo potrebbe essere uno dei casi in cui si può fare, in fondo il prodotto è in circolazione da anni ed è normale vedere scendere di prezzo i prodotti che si avvicinano a fine ciclo utile, difficile se questo è il caso che qualcuno si arrabbi.

Max, la persona dietro a Bartamax ha promesso che mai sarebbe sceso sotto quel primo prezzo ed è deciso a mantenere la sua parola, non gli importa se non lo vende, ma non vuole tradire ciò che ha promesso.

Può fare in questo modo:

Creare uno o più Bundle, cioè associare il vecchio prodotto ad uno più recente.

Invece di fare semplicemente prezzo1+prezzo2 è normale nelle vendite combinate scontare sensibilmente il totale:

in questo modo sconta il prodotto tenendo fede alla parola data; dato che è il totale ad essere scontato e non il singolo oggetto, nessuno può sapere come è stato distribuito lo sconto tra i due o più componenti dell’offerta.

 

Il prezzo è tutta questione di Percezione!

Il titolo di questo Post recita che in alcuni casi abbassare i prezzi ti danneggia, mentre alzarli fa esplodere le vendite, vediamo il perché.

Sai come vieni percepito dai tuoi clienti e potenziali clienti?

E in generale cosa pensa, dove ti inquadra anche chi non ti conosce?

Ah Max, ma cosa me ne frega, io voglio vendere il mio corso online e starmene tranquillo a sorseggiare daiquiri sulle spiagge caraibiche o thailandesi…

Difficile che tu vada in quei posti se non per brevi ferie se non sai rispondere a queste due semplici ma fondamentali domande, di cui ogni business dovrebbe conoscere la risposta.

La percezione del tuo Brand è quella che determina in misura maggiore la scelta del range in cui il tuo prezzo si collocherà.

facciamo un esempio pratico:

Apple fa una cover per i suoi telefoni per il decennale insieme a Bulgari.

Mentre Hawei fa una cover per i suoi telefoni sempre per un anniversario insieme ad una ditta sconosciuta cinese.

A vederle le cover sono uguali:

entrambe in plastica, entrambe tutte lustrini e rifrangenti.

Solo che Apple con Bulgari può permettersi di venderla a 99 euro e ci sarà gente che la compra:

hawei se alza il prezzo sopra i 20 euro rischia di non venderne manco una!

Ma è assurdo, hai appena detto che sono uguali a vederle!

Non è assurdo, sono uguali a vederle oggettivamente, ma le persone comprano soggettivamente ed in questo caso la percezione delle due cover è totalmente diversa.

Pezzo unico o commodity?

Una commodity è per definizione una cosa standardizzata, non importa da chi la compri o chi la produce:

un kg di alluminio purezza 99% sarà uguale in tutto il mondo, indipendentemente dal fatto che lo compri in Italia, America o in Cina.

I giocatori di punta degli sport più popolari sono strapagati e raggiungono periodicamente nuovi record di ingaggio.

Questo perché un Pelè è un pezzo unico, potrà esistere qualcuno simile in qualcosa ma mai uguale:

se vuoi Pelè devi essere pronto a battere la concorrenza e le offerte di tutti gli altri, c’è un solo esemplare sul mercato.

Anche tu sei un pezzo unico, ma puoi diventare una commodity…

le persone, con i loro Brand personali sarebbero pezzi unici, inimitabili, purtroppo molti non conoscendo bene se stessi e le loro potenzialità imitano e vanno dietro alla massa, alla moda dominante:

in questo modo smettono di essere pezzi unici e diventano una commodity dove il prezzo più basso vince.

Chi vuoi essere il ristorante di pesce che si spende tanto ma è il migliore della città o la pizzeria che si mangia così e così, ma in fondo mangi con 10 euro, cosa vuoi pretendere?

Nei migliori ristoranti non si vende cibo che ha prezzi abbastanza standard, si vende un’esperienza, un viaggio nei sensi del palato, della vista dell’olfatto ecc.

Essere la Ferrari edizione speciale a numero limitato.

Quando la Ferrari esce con un edizione limitata che costa il doppio il triplo delle sue già costose auto, pensi forse che non trovano gli acquirenti?

No devono rifiutare le offerte perché la richiesta è di gran lunga superiore alla disponibilità:

riuscire a comprare una delle 10-500 auto in vendita dice molto di più di te che avere i semplici soldi.

Dice che hai già comprato varie Ferrari nel passato, dice che sei ritenuto un cliente tra i 100 al mondo meritevole di possederne una e tanto altro…

Torniamo a noi, a vendere i nostri servizi/prodotti, quando è che abbassare i prezzi ci danneggia?

Quando siamo percepiti come cosa unica,inimitabile, di valore,un’esperienza che distingue gli acquirenti da coloro che non lo sono.

In un caso come questo dove la percezione del nostro Brand è alta, aumentare i prezzi e quindi allargare il divario tra chi può e chi non può, tende a far aumentare, a volte anche di veramente molto, il numero di vendite.

cokme detto sopra, queste cose non si fanno a caso, prima è importante sapere come veniamo percepiti dall’esterno, solo dopo prendere decisioni riguardanti il prezzo.

Grazie per il vostro prezioso tempo.

Max

max@bartamax.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top