skip to Main Content
BartaMax Logo

Libera l'imprenditore che c'è in te e crea la tua Libertà Finanziaria sul web!

 

Il mio nome è Max ed ho fondato bartamax.com quando mi sono reso conto che molti non dicono la verità sul web, non dicono davvero come si guadagna con e su internet:

dicono solo quello che le persone vogliono sentirsi dire.

Apri un blog, crei il tuo sito e-Commerce, lo automatizzi e giri il mondo in barca a vela mentre il tuo sito web continua a vendere sempre di più.

Per coloro che soffrono il mal di mare o la barca gli va stretta, possono rimanere in spiaggia guardando con un occhio il mare con l'altro il telefono che ogni minuto ci dice che abbiamo venduto qualcosa.

Sai cosa, voglio provarci anche io, del resto è tutto così facile, se ci riescono quei nerd insignificanti americani, io che discendo da Leonardo da Vinci in pochi mesi faccio i fantastiliardi!

Questo pensano molti leggendo i mirabolanti guadagni di alcuni personaggi del panorama www in Italia.

Le cose non stanno così!

Guadagnare soldi sul web per chi non è pratico di questo mondo, è più difficile che nel mondo reale, l'unica grande differenza è l'investimento monetario con cui iniziare:

enorme fuori, molto piccolo almeno all'inizio sul web.

Meglio una verità scomoda che una dolce bugia, quando si tratta di migliorare la nostra vita.

Niente paura, se molti hanno sprecato enormi quantità di tempo denaro ed energia è perché non sapevano la strada, si illudevano che dato il web è così enorme basta poco per fare i soldi.

Infatti hanno ragione, basta poco per farli, però bisogna azzeccare il giusto poco, altrimenti ci rimetterai sempre e comunque.

 

Su bartamax ci sono e vi saranno sempre di più consigli operativi:

  • Dove si guadagna di più?
  • Come si aumentano i clienti?
  • Come si stabilisce che sono vanity metrics o le chiavi segrete del nostro progetto?
  • Come si combattono i nostri limiti interni che frenano il nostro percorso?
  • Perché non trovi lavoro e come trovarlo.
  • Cosa conta davvero, guadagnare o risparmiare?
  • Come attirare il giusto tipo di visitatori?
  • Quali clienti sono i migliori?
  • Come riconoscere chi si fa perdere solo tempo e chi sta per comprare.

Queste ed altre domande trovano risposta su BartaMax, in modo pratico ed utile, non solo grandi castelli di carta campati in aria.

Alcuni Post sono e saranno più leggeri, ma il succo è in quelli pesanti:

metodi, tecniche, strategie e trucchi per svoltare, per essere di più di quello che eravamo e che avevamo ieri.

 

 

Successo Personale

caratteristiche positive uomo
Homeless Man 833017 1920

Meglio essere ‘Poveri’ in Italia o in America?

Il problema non è l’essere Povero, ma il dover rimanere in questa condizione!

Essere Poveri non è mai un bene, questo lo sanno tutti, non c’è bisogno di stare a pensarci sopra, ma dove è meglio esserlo è differente:

avere zero disponibilità o molto scarsa, non è lo stesso se una persona vive in Italia, Norvegia o Stati Uniti.

Il mero sopravvivere è forse garantito meglio in Italia o altri paesi europei, in fondo se ci chiamano stati mezzi socialisti c’è un motivo, o almeno c’era:

sanità gratuita per tutti(non proprio, ma insomma meglio degli USA).

Misure di Sostegno per le famiglie povere,

Case messe a disposizione per gli indigenti da parte di comuni e stato.

Sembra proprio che essere poveri in Italia sia una vera e propria pacchia!

In un certo senso magari è vero, visto che al di là dell’oceano funziona ben diversamente:

negli Usa non importa niente a nessuno di come sei messo, poi ora con Trump…

Salti un paio di rate dell’affitto?

Roba buttata fuori in strada e serratura cambiata!

Non vuoi andartene?

Viene la gentile polizia americana a sbatterti Fuori!

Stai male, non hai la copertura sanitaria dato che non hai un lavoro o un’assicurazione privata?

Semplice non ti fanno manco entrare in molti ospedali, nonostante le belle favole che ci raccontano nei telefilm con dottori bravi belli e buoni.

Basta avere un momento di crisi personale o lavorativa con maggiore tempo necessario a trovare un nuovo lavoro e non è così strano passare da un bell’appartamento, bella macchina, alla strada, ad essere un barbone(non sanno neanche quanti homeless persone hanno).

Senza entrare specificatamente nei dettagli sembra proprio che:

Molto meglio essere Poveri in Italia!

 

Chiusa la faccenda dove abitare data la condizione attuale, vediamo se uno la sua condizione vuole cambiarla, dove è più facile uscire da uno stato di indigenza e cambiare stato sociale.

L’Italia è Ingessata!

Ti do qualcosa, ti aiuto io, ma se per un solo momento esci dalla graduatoria ti levo tutto, molto rischioso tentare di migliorare, potrebbe essere pure molto peggio:

non solo devi lavorare, ma il livello di vita che puoi avere è pressapoco quello di prima.

Difficile salire di grado anche per chi è nella condizione sociale più alta, si qualcuno ce la fa pure, ma spesso dopo molti anni ed è la legge dei grandi numeri e delle probabilità in azione, niente di più.

Persone che si sono fatte da se, passato il boom economico degli anni sessanta, non abbondano di certo, abbiamo del Vecchio, ricchissimo e di super successo partendo dall’orfanotrofio dove era stato messo dopo la morte del padre, ma anche lui se nascesse ora credo che avrebbe diversi problemi a diventare non dico miliardario ma solo un benestante di livello medio alto!

Così per ridere, provate ad andare in banca, e dite:

io non ho un lavoro, non ho un soldo ma voglio aprire questa attività perché così, così e cosà.

Per favore registratelo che così lo guardiamo tutti per farci due risate quando siamo giù di morale…

Lasciamo perdere, non tutte le banche americane sono disposte a finanziarvi anche se il progetto è buono sulla carta, proviamo a cambiare strada:

gli investitori privati, i cosiddetti Angel Fund o Angel Investor, ce ne sono una marea, da piccoli con poche decine di milioni fino ad enormi con capitali di miliardi di dollari.

In pratica soggetti privati o misti che hanno come loro unico scopo aiutare chi non ha soldi ma idee a farle diventare realtà.

Detta così sembrano degli angeli davvero, non lo sono, lo fanno per il profitto, entrano come soci finanziatori nel capitale dell’azienda:

se l’azienda va male hanno perso i loro soldi.

Quando l’azienda va bene, hanno messo magari 10 milioni e in qualche anno ne tirano fuori 100 o anche di più.

Inoltre grazie alla loro esperienza e rete di contatti le percentuali di successo aumentano non di poco.

Angel Investors in Italia?

Fino a qualche anno fa nessuno sapeva neanche cosa voleva dire, oggi c’è qualche milione in giro disponibile ma è riservato quasi esclusivamente ai progetti digitali, al web, dove se la indovini, come si usa dire, il pagamento è enorme.

Se non hai un team con almeno un paio di laureati in discipline matematiche te lo puoi anche scordare che qualcuno investa qualche euro su di te.

In pratica in Italia se non hai una famiglia alle spalle, o capitali personali, te lo puoi anche scordare che qualcuno ti aiuti in qualche modo.

Il problema è che capitali personali e/o famiglia d’appoggio alle spalle difficilmente ce le ha un “povero” altrimenti non lo sarebbe.

Arrivare ad avere qualcosa di proprio da usare come collaterale per soldi in prestito quasi mai succede prima di aver lavorato per molti anni, quindi la quasi totalità della gioventù con voglia di fare ed idee innovative è tagliata fuori dal fare impresa in modo serio.

Ora però c’è Internet!

Certo, c’era anche un anno fa, ma prova a lanciare la tua ottima idea in italiano e la stessa idea in inglese, poi vediamo chi guadagna di più, o meglio:

chi sopravvive e chi fallisce miseramente!

 

Cosa scegliere allora?

Non si sceglie, sei nato e vissuto qui e cerchi di adeguarti, soprattutto se sei povero, anche partire ed andare in America, non è più così facile come agli inizi del novecento.

Il grande problema italiano non è il fatto che uno è attualmente povero, quanto che il sistema ti porta a rimanerlo, non ti da la possibilità di provare ad uscire da tale condizione:

o va bene o va male, niente vie di mezzo!

Vuoi mettere un banner sul tuo sito internet che ti porta 10 euro mese?

Devi aprire la partita iva con spese medie, anche se non hai altri incassi oltre ai 10 euro del banner, di 3/5000 euro anno.

Vuoi fare a tempo perso siti web?

Qualcuno lo puoi fare, basta che non sia sempre la solita persona che paga, altrimenti addio ritenuta d’acconto ed obbligo di Partita Iva.

Lo puoi fare, ma guai a te se osi fare un sito web dove dici che fai siti web:

immediatamente scatta l’obbligo di Partita Iva(e di pagare 3/5000 euro anno).

 

Perché è così difficile in Italia?

Sul web per chi è agli inizi e a volte anche per lunghi periodi di tempo, è facile guadagnare qualche spicciolo, mentre è difficile trasformarlo in reddito sostanzioso, inoltre è un luogo virtuale ad alta sperimentazione ed aggiustamenti continui, il famoso modello Lean che abbiamo discusso qui e qui.

I vari tentativi, i vari modelli di Business tentati prima di trovarne uno che funzioni, che porti profitti veri e non manciate di spiccioli, ricadono immancabilmente nell’obbligo di partita Iva con conseguente esplosione di costi fissi che tagliano le gambe al 99% delle persone, in particolare quelle meno abbiente.

Il grande vantaggio degli Usa, non è la loro infrastruttura, servizi, o intelligenza delle persone, quanto il permetterti di guadagnare poco senza rimetterci.

In Italia questo non è più possibile!

Chi abita in qualche piccola realtà magari abbastanza isolata ricorderà bene se ha più di 40 anni che vi erano, anche nelle comunità più piccole, vari negozi che sopravvivevano con i pochi clienti locali.

Guadagnavano poco, ma pagavano di meno di ciò che incassavano e questo era sufficiente a farli stare aperti.

Oggi in Italia questo non è più possibile, i costi fissi del fare Business sono incredibilmente spropositati anche facendo da soli, non voglio manco pensare se ti servono dei dipendenti!

Quindi incredibilmente è più facile partire offline che online in Italia:

Dato che offline le condizioni permettono di lavorare più facilmente con la ritenuta d’acconto.

 

Alla fine dove si sta meglio dipende da cosa vuoi fare:

se vuoi semplicemente sopravvivere, l’Italia ma anche altri paesi europei sono non la scelta giusta ma l’unica possibile.

Se non ti accontenti della tua situazione, vuoi emergere, creare qualcosa, hai un cervello che funziona e vuoi beneficiare da esso, l’America è 100 volte meglio:

troppo più facile fare impresa, cambiare la propria situazione economica per chi si da veramente da fare o ha ideato un progetto buono.

I migliaia di milionari del web esistenti in America, perché non ce ne sono quasi punti in Italia?

Perché in Italia neanche ci provi se è un progetto leggermente diverso dal cosiddetto normale, il non poter sperimentare pagando in proporzione taglia sul nascere le idee e l’energia di milioni che magari proprio poveri non lo sono, ma vengono ugualmente privati della possibilità di diventare ricchi con il proprio lavoro.

 

Back To Top