skip to Main Content
BartaMax Logo

Libera l'imprenditore che c'è in te e crea la tua Libertà Finanziaria sul web!

 

Il mio nome è Max ed ho fondato bartamax.com quando mi sono reso conto che molti non dicono la verità sul web, non dicono davvero come si guadagna con e su internet:

dicono solo quello che le persone vogliono sentirsi dire.

Apri un blog, crei il tuo sito e-Commerce, lo automatizzi e giri il mondo in barca a vela mentre il tuo sito web continua a vendere sempre di più.

Per coloro che soffrono il mal di mare o la barca gli va stretta, possono rimanere in spiaggia guardando con un occhio il mare con l'altro il telefono che ogni minuto ci dice che abbiamo venduto qualcosa.

Sai cosa, voglio provarci anche io, del resto è tutto così facile, se ci riescono quei nerd insignificanti americani, io che discendo da Leonardo da Vinci in pochi mesi faccio i fantastiliardi!

Questo pensano molti leggendo i mirabolanti guadagni di alcuni personaggi del panorama www in Italia.

Le cose non stanno così!

Guadagnare soldi sul web per chi non è pratico di questo mondo, è più difficile che nel mondo reale, l'unica grande differenza è l'investimento monetario con cui iniziare:

enorme fuori, molto piccolo almeno all'inizio sul web.

Meglio una verità scomoda che una dolce bugia, quando si tratta di migliorare la nostra vita.

Niente paura, se molti hanno sprecato enormi quantità di tempo denaro ed energia è perché non sapevano la strada, si illudevano che dato il web è così enorme basta poco per fare i soldi.

Infatti hanno ragione, basta poco per farli, però bisogna azzeccare il giusto poco, altrimenti ci rimetterai sempre e comunque.

 

Su bartamax ci sono e vi saranno sempre di più consigli operativi:

  • Dove si guadagna di più?
  • Come si aumentano i clienti?
  • Come si stabilisce che sono vanity metrics o le chiavi segrete del nostro progetto?
  • Come si combattono i nostri limiti interni che frenano il nostro percorso?
  • Perché non trovi lavoro e come trovarlo.
  • Cosa conta davvero, guadagnare o risparmiare?
  • Come attirare il giusto tipo di visitatori?
  • Quali clienti sono i migliori?
  • Come riconoscere chi si fa perdere solo tempo e chi sta per comprare.

Queste ed altre domande trovano risposta su BartaMax, in modo pratico ed utile, non solo grandi castelli di carta campati in aria.

Alcuni Post sono e saranno più leggeri, ma il succo è in quelli pesanti:

metodi, tecniche, strategie e trucchi per svoltare, per essere di più di quello che eravamo e che avevamo ieri.

 

 

Successo Personale

caratteristiche positive uomo
Muro Di Mattoni 1920

La Verità Scomoda Sui Redditi Passivi: Affitto Immobili

Post Series: Esci dalla corsa del Topo

Fino al duemila molti non sapevano neanche che esisteva un qualcosa detto reddito passivo, poi con l’avvento e la diffusione di Internet l’espressione ha cominciato a diventare popolare, fino ad oggi che non esiste più un dominio libero che richiami anche lontanamente questo concetto.

Intanto una precisazione, non c’è bisogno di inventare una nuova definizione tipo reddito passivo, la parola rendita già identifica perfettamente come e da dove arrivano i soldi; ancora più assurdo definirla rendita passiva, o è lavoro o è una rendita, tutto molto semplice, infatti si è sempre usata l’espressione vivere di rendita, solo un di più aggiungere passiva.

Il meccanismo, l’idea alla base del reddito passivo(rendita) è davvero molto bello, irresistibile direi:

fai una cosa oggi e continui a guadagnarci per molti anni senza doverci spendere un’altra sola ora del tuo tempo, l’unico sforzo da fare è incassare dei soldi.

Detta così mi ricorda molto il post su vivere la passione, girare il mondo, contare i soldi, ma forse è diversa, vediamo un po’.

La più amata dagli Italiani

Partiamo dalla rendita preferita dagli italiani, la rendita per antonomasia cioè l’affitto di immobili:

compriamo una o più proprietà immobiliari e poi le affittiamo alle persone che ne hanno bisogno.

Una volta comprata la proprietà e affittata non è che c’è da fare molto, ma:

bisogna stare attenti a chi l’affittiamo visto che in Italia i proprietari sono tutelati pochissimo se l’inquilino per qualche motivo decide di non pagare.

Allo stesso tempo va affittata, altrimenti invece che una rendita diventa un costo non indifferente:

tasse, manutenzione ordinaria e straordinaria, spese condominiali ecc.

Comprare immobili pagando in hamburger…

Su Internet si racconta che il padrone di McDonalds abbia affermato che lui non è nel business di vendere gli hamburger quanto nel mercato immobiliare:

usa la vendita degli hamburger per ripagare il costo delle enormi e stupende proprietà che si compra nel centro di tutte le principali città del mondo.

Probabilmente è solo una battuta, ma se fosse vera ed anche se con i Fast Food riuscisse solo a farci pari, ogni anno il suo patrimonio crescerebbe di molto, dato che si ritrova padrone di centinaia di proprietà immobiliari a costo finanziario zero per lui, dato che sono davvero state pagate con gli hamburger.

Dato che comprare una casa richiede molte risorse, sovente superiori a quelle che una persona normale possiede, si deve ricorrere a dei finanziamenti(i quali avranno un costo che incide sulla nostra rendita in modo pesante fino a che non è ripagato completamente).

Anche quando abbiamo personalmente le risorse necessarie per acquistare un immobile senza aiuto finanziario esterno, potrebbe non essere una buona idea seguire tale strada, in fondo la prima regola dell’investire mai troppo poco ricordata è quella di diversificare i propri investimenti, qui invece stiamo mettendo tutte le nostre uova in un solo paniere.

Il mattone è sempre il mattone…

Certo che la casa è sempre la casa, come no, è un investimento solido(salvo terremoti), ma se per qualsiasi motivo le nostre previsioni sono sbagliate ci troveremo sovraesposti per non dire totalmente a rischio su di un unico investimento.

L’acquisto ed il successivo affitto di un immobile ha la sua principale ragione di essere in un mercato con prezzi che salgono, altrimenti il deprezzamento dell’immobile vanificherà i soldi presi con l’affitto.

Max, ma non lo sai che prima o poi i prezzi salgono sempre!

Che dire, il prima mi sta pure bene, è quel poi che mi fa una paura tremenda, tanto per fare un esempio in Giappone ancora devono rivedere i prezzi raggiunti negli anni 80…

Non è sufficienti che il valore dell’immobile cresca, deve crescere più del tasso d’inflazione ed essere superiore ad altri tipi di investimento che avremmo potuto fare con quei soldi, solo così potremo valutare se l’operazione è stata un successo o un mezzo fallimento.

In ogni modo, salvo boom edilizi e situazioni particolari, senza leva finanziaria è difficile raggiungere la libertà finanziaria velocemente, ci vogliono molti anni e sperare in questo tempo di non fare errori troppo grossi che ci metterebbero al tappeto sovente in modo definitivo, viste le grosse cifre coinvolte.

Soldi regalati per tutti…

Nei primi anni duemila tutti raccontavano di come era facile fare soldi con il mattone, compravi una casa, ci mettevi un inquilino, con il suo affitto ci pagavi il mutuo per qualche anno e subito ne prendevi un altro con lo stesso meccanismo.

Inoltre dopo qualche anno volendo uno poteva vendere la casa con notevole plusvalenza:

wow, mi sono sempre piaciuti i soldi facili da fare!

Purtroppo quando è troppo facile guadagnare in un settore ed incominciano a saperlo in tanti e a raccontarlo vantandosene in giro è un segnale sicuro, infallibile direi, che è il momento giusto per cambiare strada, levandosi dalle palle alla svelta, prima di essere quelli rimasti con il cerino acceso in mano che ci brucia.

Infatti immancabile nel 2007/2008 è arrivato il brusco risveglio, chi lavorava in leva pagando i mutui con gli affitti si è trovato con problemi a non finire:

inquilini che causa perdita di lavoro non potevano più pagare, banche che chiudevano i rubinetti dei soldi ai privati, prezzo delle case in picchiata ecc. ecc. quindi uno si trovava a pagare un mutuo di 200000 euro per una casa che a venderla ci prendeva forse poco più della metà.

Probabilmente ora che nessuno ha il coraggio di affermare che è un buon investimento potrebbe invece per ironia esserlo, anche se ci credo poco…

Le prossime case dovranno essere totalmente diverse da quelle costruite fino ad ora, le nuove tecnologie e l’energie rinnovabili dovranno entrare prepotentemente nelle nostre case fin dalla loro progettazione e costruzione.

Italia Paese con pochi giovani, quindi con poco futuro…

L’Italia è un paese particolare con tanta storia e milioni di fabbricati non vecchi, proprio antichi, il che è un bene, gli edifici storici mantengono meglio il loro valore essendo in numero limitato che non può aumentare, ma la crescita zero demografica per non parlare di quella economica che ha spesso pure il segno meno, non offrono prospettive rosee a chi vuole investire nel belpaese.

Coloro i quali nonostante le problematiche negative sono decisi a voler creare la loro rendita con gli immobili e gli affitti è bene che allarghino i loro orizzonti, dato che la nostra penisola potrebbe offrirgli poche alternative e soprattutto poche prospettive di crescita futura.

Il mondo è grande, inizia a guardare più lontano…

Abbiamo visto prima che è un errore mettere tutte le nostre uova in un paniere(cioè usare tutte le nostre risorse per acquistare una sola casa), quindi per salvarci da questa monotematicità possiamo guardare all’estero.

I nostri trecento o quattrocentomila euro necessari a comprare una casa a Milano o a Roma, possono essere divisi ed usati per comprare tre, quattro, o ancora più case in paesi con prezzi più bassi e prospettive di sviluppo più alte.

Non solo rispetteremo la regola base del diversificare gli investimenti, ma per quelli tra noi che non hanno tutti i soldi, possono iniziare prima a fare l’investimento numero uno, che incomincerà prima a generare la rendita che velocizzerà il secondo acquisto e via a seguire in un circolo virtuoso che si autoalimenta.

 

Per oggi basta così, a breve scriverò degli altri tipi di rendite o redditi passivi che dir si voglia.

In origine doveva essere un unico singolo Post con pregi e difetti dei vari tipi di rendita, ma ancora prima di aver finito il secondo tipo la lunghezza dell’articolo era diventata veramente eccessiva.

Allora per essere meno stancante da leggere e più facile da trovare l’argomento a cui uno è interessato, ho deciso di fare un Post per ogni tipo di reddito più o meno passivo.

A presto!

Max

max@bartamax.com

Back To Top