skip to Main Content
BartaMax Logo

Libera l'imprenditore che c'è in te e crea la tua Libertà Finanziaria sul web!

 

Il mio nome è Max ed ho fondato bartamax.com quando mi sono reso conto che molti non dicono la verità sul web, non dicono davvero come si guadagna con e su internet:

dicono solo quello che le persone vogliono sentirsi dire.

Apri un blog, crei il tuo sito e-Commerce, lo automatizzi e giri il mondo in barca a vela mentre il tuo sito web continua a vendere sempre di più.

Per coloro che soffrono il mal di mare o la barca gli va stretta, possono rimanere in spiaggia guardando con un occhio il mare con l'altro il telefono che ogni minuto ci dice che abbiamo venduto qualcosa.

Sai cosa, voglio provarci anche io, del resto è tutto così facile, se ci riescono quei nerd insignificanti americani, io che discendo da Leonardo da Vinci in pochi mesi faccio i fantastiliardi!

Questo pensano molti leggendo i mirabolanti guadagni di alcuni personaggi del panorama www in Italia.

Le cose non stanno così!

Guadagnare soldi sul web per chi non è pratico di questo mondo, è più difficile che nel mondo reale, l'unica grande differenza è l'investimento monetario con cui iniziare:

enorme fuori, molto piccolo almeno all'inizio sul web.

Meglio una verità scomoda che una dolce bugia, quando si tratta di migliorare la nostra vita.

Niente paura, se molti hanno sprecato enormi quantità di tempo denaro ed energia è perché non sapevano la strada, si illudevano che dato il web è così enorme basta poco per fare i soldi.

Infatti hanno ragione, basta poco per farli, però bisogna azzeccare il giusto poco, altrimenti ci rimetterai sempre e comunque.

 

Su bartamax ci sono e vi saranno sempre di più consigli operativi:

  • Dove si guadagna di più?
  • Come si aumentano i clienti?
  • Come si stabilisce che sono vanity metrics o le chiavi segrete del nostro progetto?
  • Come si combattono i nostri limiti interni che frenano il nostro percorso?
  • Perché non trovi lavoro e come trovarlo.
  • Cosa conta davvero, guadagnare o risparmiare?
  • Come attirare il giusto tipo di visitatori?
  • Quali clienti sono i migliori?
  • Come riconoscere chi si fa perdere solo tempo e chi sta per comprare.

Queste ed altre domande trovano risposta su BartaMax, in modo pratico ed utile, non solo grandi castelli di carta campati in aria.

Alcuni Post sono e saranno più leggeri, ma il succo è in quelli pesanti:

metodi, tecniche, strategie e trucchi per svoltare, per essere di più di quello che eravamo e che avevamo ieri.

 

 

Successo Personale

caratteristiche positive uomo
Ho Perso Il Lavoro Eliminato

Ho Perso il Lavoro: mi dispiace, ma è colpa (anche) tua!

Ho perso il lavoro, una delle frasi più brutte da dover dire, mi hanno licenziato, sono esodato, rimasto incastrato nel down-size del ramo purtroppo sfigato della compagnia…

Puoi chiamarlo come ti pare, resta il fatto che se hai una certa indipendenza finanziaria la cosa spesso risulta pure positiva:

un attimo di calma, senza lo stress della routine 9 to 5 permette di riordinare i pensieri e vedere se nella vita la tua aspirazione è tutta qui.

Se la frase continua con sono senza soldi… mi dispiace ma qualche periodo duro davanti puoi metterlo in conto, però se ti muovi bene ne esci molto, ma molto meglio, quindi prendila come la tua opportunità per cambiare, non per piangerti addosso che non serve a niente!

Nell’ultimo periodo mi accorgo sempre di più di quanto sia ormai radicata in certe persone la mentalità del dipendente:

certo se c’è da guadagnare qualche euro vendendo un paio di piccolezze sul web si può anche fare, ma da lì a trasformarlo in lavoro, mmm ma che sei matto una cosa troppo volubile incerta, non stai mai tranquillo.

 

Ho perso il Lavoro… ho pure il mutuo da pagare…

Dico la verità, vedendo che stupidi ci sono in giro e la loro percentuale sul totale avrei molta paura se il mio futuro deve dipendere da un altro, come accade quando sei dipendente.

Inoltre sono pure un introverso cronico, non proprio portato per il networking e benvoluto da tutti come alcuni amici che ho.

Torniamo a te, perso il lavoro con mutuo sul groppone?

Guarda più stupido di me ce ne sono pochi, ne ho pagato uno ed un pezzo, senza nemmeno poterli scaricare dalle tasse per un inghippo burocratico italiota:

poi ho comprato la casa dove abito ora in contanti con un anno di lavoro, spendendo la metà(anche molto meno) senza considerare gli anni risparmiati di giramenti di balls per pagare gli altri mutui, il pensiero e la preoccupazione continua in ogni cosa-decisione che devi prendere.

A questo punto poco puoi fare nel brevissimo termine, ma puoi mettere le basi per il futuro, si anche e soprattutto se hai 50anni o più!

La vita è costante cambiamento adattamento, quando vi sono periodi più o meno lunghi abbastanza stabili, sta solo prendendo fiato e rincorsa per cambiamenti ancora più grandi e sconvolgenti del vecchio sistema.

Ora siamo in uno di quei periodi, chi si adatta veloce fa il botto, chi non si adatta fa il tonfo(in terra).

E’ in questi momenti che grandi fortune vengono fatte, ma io e te non siamo ingordi, ci basta anche una piccola di fortune, non avere debiti, poter andare in giro quando ci va, poter dormire una mattina se hai sonno.

Questo stile di vita non va d’accordo con l’avere un lavoro in ufficio o cantiere-fabbrica 9 to 5.

Non fraintendere, non è che non lavori, semmai lavori di più, ma uno decidi il quando ed il dove, due se fai bene ti prendi meriti e guadagni, invece del tuo superiore e di una pacca sulle spalle quando hai fatto proprio qualcosa di eccezionale veramente(Abatantuono docet).

 

ho perso il lavoro goodbay

Salvare il lavoro fa solo danni…

Fossilizzarsi in un lavoro, in un voler salvare il posto di lavoro, è uno dei più grandi danni che puoi fare all’economia totale.

Salvare, aiutare, regalare tanti soldi alla Fiat ha impedito il nascere di tante piccole aziende competitive sui mercati, ha fatto fallire gli altri marchi italiani ed alla fine i soldi se li sono messi in tasca ed i dipendenti li hanno sempre fatti fuori uguale.

Lo stato ha pagato ed il dipendente, molti di loro almeno si sono salvati lo stesso, prepensionamenti e tante altre belle cose che ancora stiamo pagando con il debito pubblico.

Questa storia è alla fine, il salvagente che ci deve giustamente essere sarà di gomma un po’ più dura, quando ci sbatti fa più male, non può esistere che fai per 40 anni la stessa cosa e non ti aggiorni, non ti migliori, ma che uomo sei?

Non vuoi diventare più bravo, più intelligente, nemmeno per il lavoro, quanto per te stesso, per il semplice fatto di non essere solo un peso al pianeta che ti ospita per qualche veloce attimo.

 

Il tipo di lavoro dipende da come la pensi…

Lasciamo perdere la morale da post di Facebook e torno alla mentalità:

hai notato che molti dei nuovi ricchi sono molto giovani?

Alcuni spaventosamente giovani, tipo pure sotto i 14 e addirittura sotto i 10 anni!

Tutti geni del software, degli emuli di Elon Musk con quoziente intellettivo stile grattacielo record di Dubai?

Non credo, la mia idea è che sia un problema di mentalità:

come al dipendente la cosa più difficile è inculcargli un modo di pensare da imprenditore, così a molte persone che hanno passato i 35-45 anni diventa difficile cambiare il modo in cui crede che si deve guadagnare la pagnotta.

Questa è una delle principali ragioni per cui quasi nessuno vuole assumere un 50enne:

ha già preso troppe birbate, troppe cose date per scontate, si il lavoro magari lo sa pure fare, ma salvo pochi casi ha poca voglia di farlo, poi ferie, malattie e cento altre cosette

 

La vuoi smettere e trovarti un lavoro serio, tipo in fabbrica alla catena di montaggio!

I giochi online che sono un business enorme miliardario venivano denigrati come perdita di tempo immane e completamente inutile se non dannosa, così tante altre novità tecnologiche che ragazzi, adolescenti da tutto il mondo hanno abbracciato a piene mani alcuni pure guadagnandoci sopra cifre stellari.

Una volta venivano date lezioni di tennis ai bambini meno dotati, ora molti gamers danno lezioni e trucchi sui giochi più popolari a chi vuole riuscire a finire il dannato livello!

Non sono un grande patito dei giochi elettronici, ma se devo scegliere tra la catena di montaggio, ma pure una fabbrica

O sei l’eccellenza di una cosa passata-attuale o devi adattarti ai nuovi tempi che arrivano:

chi aveva i cavalli da corsa quando sono arrivate le auto ha continuato a vendere i suoi cavalli e lo fa anche ora dopo oltre 100 anni, tutti gli altri hanno le auto, furgoni, camion, pulman, si sono aggiornati.

 

Ho perso il Lavoro: cosa diavolo stai dicendo?

Ti stia chiedendo cosa c’entra tutto questo o vuoi smettere di leggere?

Se non ti prepari prima a questo evento, quando arriva è troppo tardi per prepararsi, o meglio troppo tardi non è mai, ma è facile che qualche periodo non proprio bello sia davanti a te prima di ripartire con forza.

Nel mondo attuale sono dell’idea che chiunque deve essere un multi lavoratore:

il giorno fai un lavoro, la sera ne fai un altro, fai il freelance con ritenuta d’acconto, oppure crei un qualcosa che in caso di necessità possa darti una mano, anche se al momento i soldi li prende invece che darli.

Come ad esempio un Blog ,un canale youtube, un sito di recensioni, il volontario su qualche piattaforma no-profit, sono tutte attività che in caso di tempi neri possono o essere portate a monetizzare o grande fonte di contatti per il tuo prossimo impiego, magari a 3500 km di distanza, ma lavori dal tuo soggiorno.

 

La mentalità da dipendente influisce anche sul “Ho Perso un lavoro”

Per il semplice fatto che ho fatto il dipendente se rimango senza lavoro mi devi aiutare con i soldi.

Ok, sono d’accordo, gli stipendi attuali sono di fame, campare senza è da manicomio:

quindi un anno abbondante di aiuto ci sta tutto e sono pure favorevole al reddito di cittadinanza che sarebbe meglio chiamarlo reddito minimo per tutti e darlo proprio a tutti, così i lavori sotto pagati si fanno fuori in un istante senza tanti discorsi(inutiuli) dei vari politici e sindacati.

Dopo inizia la storia che lo stato o l’azienda mi deve riassumere e quindi manifestazioni, picchetti e servizi su Rai 3 che dopo 20 anni ancora non ha riaperto:

ma se l’azienda non guadagna, mi spieghi come può pagare i dipendenti, tenerla aperta con soldi dello stato fa chiudere magari l’azienda accanto che è sana, ma i soldi dei cittadini non li usa.

E poi o riapre subito o non aprirà mai più, il mondo cambia, attualmente il centro di produzione mondiale è diventata la Cina e vuoi sapere la cosa bella:

stanno licenziando persone  anche nelle fabbriche cinesi, costano troppo al loro posto mettono lineee automatizzate e robotizzate!

 

Non so dove stiamo andando, nessuno lo sa, ma fino al giorno che buona parte delle persone non si sveglia e smette di mantenere un elite di pochi punti percentuali che si prende i tre quarti dei profitti l’unico sistema per vivere bene è avere multiple entarteda varie fonti, prima lo fai meglio è.

Non comprare casa se non con i soldi contanti ed investire invece di fare un mutuo che è un costo puro enorme!

 

Non è perdere il lavoro il problema, è proprio Avere un lavoro che è sbagliato:

stai vendendo il tuo tempo in cambio di soldi!

Ne riparliamo tra qualche anno se sei disposto a morire otto ore prima in cambio di qualche euro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top