skip to Main Content
BartaMax Logo

Libera l'imprenditore che c'è in te e crea la tua Libertà Finanziaria sul web!

 

Il mio nome è Max ed ho fondato bartamax.com quando mi sono reso conto che molti non dicono la verità sul web, non dicono davvero come si guadagna con e su internet:

dicono solo quello che le persone vogliono sentirsi dire.

Apri un blog, crei il tuo sito e-Commerce, lo automatizzi e giri il mondo in barca a vela mentre il tuo sito web continua a vendere sempre di più.

Per coloro che soffrono il mal di mare o la barca gli va stretta, possono rimanere in spiaggia guardando con un occhio il mare con l'altro il telefono che ogni minuto ci dice che abbiamo venduto qualcosa.

Sai cosa, voglio provarci anche io, del resto è tutto così facile, se ci riescono quei nerd insignificanti americani, io che discendo da Leonardo da Vinci in pochi mesi faccio i fantastiliardi!

Questo pensano molti leggendo i mirabolanti guadagni di alcuni personaggi del panorama www in Italia.

Le cose non stanno così!

Guadagnare soldi sul web per chi non è pratico di questo mondo, è più difficile che nel mondo reale, l'unica grande differenza è l'investimento monetario con cui iniziare:

enorme fuori, molto piccolo almeno all'inizio sul web.

Meglio una verità scomoda che una dolce bugia, quando si tratta di migliorare la nostra vita.

Niente paura, se molti hanno sprecato enormi quantità di tempo denaro ed energia è perché non sapevano la strada, si illudevano che dato il web è così enorme basta poco per fare i soldi.

Infatti hanno ragione, basta poco per farli, però bisogna azzeccare il giusto poco, altrimenti ci rimetterai sempre e comunque.

 

Su bartamax ci sono e vi saranno sempre di più consigli operativi:

  • Dove si guadagna di più?
  • Come si aumentano i clienti?
  • Come si stabilisce che sono vanity metrics o le chiavi segrete del nostro progetto?
  • Come si combattono i nostri limiti interni che frenano il nostro percorso?
  • Perché non trovi lavoro e come trovarlo.
  • Cosa conta davvero, guadagnare o risparmiare?
  • Come attirare il giusto tipo di visitatori?
  • Quali clienti sono i migliori?
  • Come riconoscere chi si fa perdere solo tempo e chi sta per comprare.

Queste ed altre domande trovano risposta su BartaMax, in modo pratico ed utile, non solo grandi castelli di carta campati in aria.

Alcuni Post sono e saranno più leggeri, ma il succo è in quelli pesanti:

metodi, tecniche, strategie e trucchi per svoltare, per essere di più di quello che eravamo e che avevamo ieri.

 

 

Successo Personale

caratteristiche positive uomo
Domain Name 1920

Guadagnare con i Nomi Dominio.

Venduto il dominio sex.com per 8 milioni, venduto il dominio io.com per 3 milioni, venduto…

Scordatevi queste cifre, i domini di 2-3-4 lettere sono tutti presi, anche tra i domini di 5 lettere non c’è più niente che abbia un senso o che sia almeno pronunciabile.

Per i numeri ancora peggio, se pensavi di comprare 888.com per rivenderlo ai cinesi che amano il numero otto alla follia, siete arrivati dieci anni in ritardo:

solo dai 6 numeri in su c’è qualcosa, spesso con l’odiato 4 o lo zero invece che il numero 8.

Questo non vuol dire che qualche buon affare non si possa ancora fare:

se i domini di una sola parola sono ormai tutti registrati o venduti a prezzi ostaggio assurdi dai Registrar, nelle due parole qualcosa di buono si trova sempre.

Nomi tipo purapotenza.com  fastestguy.com ancora sono liberi per la registrazione alla modica spesa di 10/15 euro anno, che alla fine sono veramente pochi.

Non aspettatevi però che sarete in grado di venderli al volo in due giorni per milioni di euro:

possibile però prenderci qualche 100 euro o anche qualche migliaio, dipende da quanto coincide il nostro nome dominio con il desiderio dell’eventuale compratore.

Molti che si cimentano nella compravendita di Nomi Dominio non riescono perché comprano qualsiasi parola o combinazione che trovano libere da registrare:

la parola/e deve avere un senso, deve essere monetizzabile in qualche modo, deve portare dei benefici economici diretti od indiretti a chi acquista tale dominio, altrimenti nessuno sarà disposto a spendere oltre le normali spese di registrazione e/o rinnovo.

Ad esempio, il dominio ipotetico di prima “purapotenza.com” trasmette un senso di forza, qualcosa di desiderabile, è un dominio che può essere usato per auto, moto, utensili da lavoro, ecc. ecc.

Ha una presa emozionale su chi legge il nome dominio, trasmettendo immediatamente che qui si fa sul serio, quello che vendiamo è tosto, massiccio, pura potenza!

Calzinobucato.com si vende peggio, non trasmette di certo una bella immagine, tutto il contrario:

salvo qualche nerd spiritoso che potrebbe decidere che gli piace perché ironico e quindi spenderci sopra anche 50/100 euro, difficilmente il nome sarà vendibile per altri usi.

Come Vendere il Nome Dominio per conto nostro.

Scelto ed acquistato il nome dominio, arriva ora il momento di rivenderlo:

fare le cose semplici e chiare fa vendere di più e ad un prezzo migliore.

Partiamo dalla base, il WHOIS:

certo che è bella l’opzione privacy, nessuno scopre chi sei e non ti arrivano email spam indesiderate.

ma tu hai quel dominio per venderlo, se rendi difficile contattarti i potenziali acquirenti si rivolgeranno altrove.

Fai vedere la tua email sul WHOIS così che in modo veloce una persona interessata possa contattarti:

meglio ancora mettere un email tipo selltopdomain@gmail.com

Con questa semplice operazione non solo abbiamo reso facilissimo contattarci, ma abbiamo trasmesso che tale nome dominio è sicuramente in vendita.

A questo punto non resta che costruire un piccolo sito web anche di una sola pagina sul nostro nome dominio in vendita.

In tale pagina web spiegheremo perché tale nome dominio è un buon investimento, in modo da aumentare le nostre possibilità di venderlo.

Grazie a Fiverr od altri siti Freelance simili, con soli 5/6 euro possiamo creare un logo da metterci, in modo che renda meglio l’idea e le potenzialità del nome dominio in vendita:

una spesa di pochi euro potrebbe aumentare il valore percepito del nostro nome dominio anche del 50%, sarebbe veramente stupido non farlo.

Quando possibile, cioè quasi sempre è bene mettere un opzione Compralo Subito( BUY NOW or Buy it NOW ), sul nostro minisito per il nome dominio, in modo di dare la possibilità al compratore di agire e comprare immediatamente sull’onda emozionale:

nessun ripensamento dopo, nessun gli scriverò poi o devo stare basso con l’offerta che a salire di prezzo sono sempre in tempo.

Oltre all’opzione compralo subito, è bene metter anche altre scelte per usufruire del nostro nome dominio:

un pagamento rateale o un noleggio sono opzioni che potrebbero invogliare qualcuno a soprassedere i propri dubbi e ad agire.

Ottima anche la forma mista:

noleggio con possibilità di riscatto.

Il vostro nome dominio è in vendita compralo subito a 1000 euro:

oppure a 80 euro mese con possibilità di riscatto finale passati i dieci mesi di affitto con un saldo di 400 euro.

Vediamo che:

80 x 10 = 800 euro

400 euro di riscatto finale + 800 di noleggio precedente = 1200 euro.

In questo modo guadagnano entrambi, venditore e compratore:

chi compra non sborsa tutti i soldi subito ed ha vari mesi di tempo per decidere, per vedere se davvero conviene comprare tale nome dominio, mentre il venditore incassa soldi mensilmente e se la vendita finale si concretizza prende un 20% in più rispetto al compralo subito.

Guadagnano entrambi anche se la vendita finale non si realizza:

chi ha noleggiato dopo sei mesi vede che le cose non vanno come aveva sperato e quindi lascia perdere noleggio ed acquisto del nostro nome dominio.

Sei mesi per 80 euro = 480 euro

Ha speso meno della metà ed ha potuto constatare che non era la scelta giusta per lui.

Il venditore, cioè noi, ha incassato 480 euro che è quasi la metà del valore ed ha ancora la proprietà del dominio, disponibile per una nuova vendita o noleggio-affitto che sia, cosa volere di più!

Nel vostro minisito-promuovi-nome-dominio metterete anche un elenco di altri nome dominio che avete in vendita e come tocco finale l’indirizzo del vostro sito web principale per la vendita dei domini, qualcosa tipo questo:

selltopdomain.com

in questo modo non solo cresce il rank dei vari minisiti grazie ai link incrociati, ma aumentano in modo deciso le probabilità di venderne uno o più.

Esistono anche qualche sito web o forum che consentono di mettere in vendita il nostro Nome Dominio in vendita senza nessuna commissione:

normalmente non hanno grande diffusione, ma sono sempre persone in più a cui esponiamo la nostra merce da vendere.

Vendere è un duro lavoro, ma paga bene quelli bravi.

Ho lasciato per ultimo la parte più difficile, ma anche quella che può dare le massime soddisfazioni:

contattare personalmente i possibili acquirenti.

Mettiamo che siete proprietari(concessionari per essere precisi n.d.a.) del nome dominio VRmobile.it

VR in questo caso sta per Virtual Reality per quello l’ho scritto maiuscolo, mentre mobile logicamente sta per telefono, cellulare, smartphone.

A chi può interessare un nome dominio del genere?

Alle compagnie telefoniche mobili of course, oppure a qualche nuova App che permette di usufruire della realtà virtuale anche sullo smartphone.

Può andare ben anche per una ditta che produce accessori per gli smartphone per trasformarli in dispositivi capaci di usare la realtà virtuale, come per il nome stesso di una società attiva nel settore VR.

Bene, abbiamo identificato i nostri target, ora non ci resta che cercare le società, imprese, persone di questi settori e contattarli direttamente per offrirgli il nostro nome dominio.

Già lo so cosa pensate, gli mando un email e mi risparmio l’imbarazzo…

Purtroppo l’email per questo particolare tipo di vendita non funziona molto, per non dire niente, 9 volte su dieci finisce direttamente nello spam, la decima ci viene messa dopo(nello spam intendo).

Dobbiamo alzare la cornetta(che vecchio modo di dire…) e parlare direttamente con le persone interessate, spiegandogli i vantaggi che acquistare tale nome dominio, porterà alla sua azienda.

Una via di mezzo per vendere: Ebay

Non è vendere in modo autonomo intascandosi tutti i soldi, ma costa sempre molto meno dei market di domini specializzati.

I più scaltri useranno ebay come una vetrina per poi cercare di concludere la vendita sul proprio sito web, al di fuori di ebay e soprattutto senza le sue commissioni.

Quanto si Guadagna e quanto si spende con la compravendita Nomi Dominio?

Cento euro sono pochi, sembrano niente, qualcuno pensa che vendere un nome dominio a 100 euro sia tempo sprecato…

Certo se lo abbiamo pagato 99 euro sono d’accordo pure io, ma dato che ad esempio un .it costa meno di dieci euro, venderlo a 100 è un enorme guadagno, non certo piccolo!

Se scelti con cura senza farsi prendere dalla smania di avere tutte le possibili variazioni di un certo nome dominio, si può usare i 10 euro come prezzo base e da lì salire verso cifre più alte.

Logicamente il .com ed il .it la fanno da padroni per noi italiani, il resto per chi non molto esperto lo lascerei stare dove è, come non è quasi mai da comprare la versione plurale del nome dominio:

www.gatto.it va bene

www.gatti.it va meno bene e vale molto meno del precedente.

Stesso ragionamento per gli articoli:

www.cane.it  è ottimo

www.ilcane.it ha meno valore.

Salvo siti personali in cui dobbiamo usare quasi per forza un paio di parole ma sono già prese, il trattino è da evitare come la peste, riduce il valore del nome dominio da un decimo fino ad un ventesimo ed oltre:

www.gattosiamese.it  è un ottimo nome

www.gatto-siamese.it vale molto ma molto di meno.

Mischiare numeri e lettere non è solitamente una buona idea:

www.abba.it  si vende bene e ad un buon prezzo

www.ab4a.it   è già tanto se riusciamo a venderlo.

Nome comune, corto, facile da pronunciare, con basso rischio di errore vale molto di più.

Il nome dominio www.gatto.it vale molto di più di www.precipitevolissimevolmente.it

Oltre ad essere lunghissimo, poco comune, difficilmente monetizzabile, poco o nulla cercato sui motori di ricerca, ha anche il grande difetto che è facilissimo sbagliare a scriverlo, cosa che sul web dove l’indirizzo è così importante non va per niente bene.

Nome Dominio e la scommessa sul futuro.

I nomi trend di oggi sono già presi, la grande scommessa è comprare i nomi trend di domani, ma dato che nessuno prevede il futuro diventa una scommessa e come tale bisogna comportarsi.

Se pensiamo che tra 3 anni o cinque tutti avremo le scarpe antigravità è li che vanno comprati i nomi dominio:

ora le scarpe antigravità non esistono, quindi i migliori nomi non sono ancora presi, lo stesso se pensiamo che mangeremo solo cibo in cubetti o quello che vi viene in mente.

Meglio che sparare alla cieca è informarsi sulle tecnologie emergenti, sui trend globali che sono nella fase startup, che non sono ancora esplosi.

Individuati tali settori acquistare qualche dominio, non molti massimo 5/10 per settore:

5 settori per 5 domini = 250 euro di spesa annua.

Mettiamo che uno solo tra i 5 esplode tra 3 anni, quando ormai abbiamo già speso 750 euro totali.

La vendita di un solo dominio nel settore esploso ci porterà molto di più dei 750 euro già spesi ed ancora ci restano altri quattro da vendere in tale zona.

Non esagerare con l’acquisto Nomi Dominio.

Vero costano poco a comprarli, vero costano poco a mantenerli-rinnovarli, ma se ne comprate 1000 e lo moltiplicate per i dieci euro di media di registrazione o rinnovo sono sempre 10000 euro, che non sono pochi:

evitare come detto sopra di comprare articoli, plurale, con trattino e gli errori di battitura, come sono da evitare assolutamente i marchi registrati o nomi troppo simili ad essi:

non solo rischiamo una causa, con probabile esito di passare il nome dominio al legittimo proprietario per il solo prezzo base(i famosi 10 euro o meno),ma non troveremo neanche nessuno a cui rivenderli.

Credo che per oggi abbiamo messo abbastanza informazioni per comprare Nomi Dominio con maggiore destrezza e consapevolezza di dove potrebbe stare il valore.

Max

max@bartamax.com

Back To Top