skip to Main Content

Ciao sono Max la persona vera dietro a BartaMax.com, dove racconto la mia storia, in modo da sciogliere dubbi e paure che alcuni hanno prima di buttarsi sul web, quale che sia il loro obiettivo.

Nato nel millennio ormai passato, amo le destinazioni lontane, osservare e comprendere culture differenti; ho un lavoro che presto cambierò(sarete i primi a saperlo) e non mi arrendo mai.

Uso le difficoltà di ogni giorno per diventare una versione ancora migliore di me stesso,

Una versione che raggiunga il Proprio Unico Successo personale che identifico in una vita libera da impegni che devo fare controvoglia in un posto di lavoro che non è certo il mio ideale di vita.

Una Versione libera finanziariamente e quindi in grado di vivere la propria vita al massimo

Successo Personale

caratteristiche positive uomo
Avatar 2191932 1920

Il tuo cliente ideale: un modello per definirlo.

La nicchia è la parola magica che tutti ripetono, ma in pratica cosa vuol dire?

Hai creato il tuo negozio online, il tuo e-Commerce anche dopo che ti avevo messo in guardia dal farlo?

Oppure credi sia giunto il momento di vendere qualche info-prodotto sul tuo Blog con distillata all’interno la sapienza appresa in questi lunghi ma lunghi tre mesi?

Speravi di sistemarti ed invece non hai venduto nemmeno una caramella!

Senza considerare che tre mesi sono pochi per crearsi un giro di persone che credono nella tua persona, probabilmente non sai chi è il tuo cliente.

Non sapere chi è il nostro cliente è uno degli errori più gravi che puoi fare quando ti appresti a vendere qualcosa su internet.

Solo sapendo chi è il tuo cliente puoi pensare prima e riuscire poi a vendergli qualcosa!

Lo so, vorresti vendere a tutti, l’intera popolazione mondiale che compra i tuoi prodotti:

vedi di tornare in te alla svelta se non vuoi sprecare tempo, energia e soldi.

Neanche ebay o Amazon vendono a tutti!

Quando cerchi di vendere a tutti, la tua offerta non sarà buona per nessuno!

Eccoci quindi alla nicchia e al cliente ideale di cui devi sapere tutto, dico tutto.

Vendi un mouse super potente veloce, preciso, figo e costoso:

a chi lo vuoi vendere, al professionista che compra il meglio, ai videogiocatori quattordicenni o magari ai quarantenni con la sindrome di Peter Pan.

Non restringere il campo ad una sola categoria precisa e dettagliata indebolisce la tua offerta e non risuona bene nelle orecchie di chi dovrebbe comprare.

Creare il tuo cliente tipo, ideale di cui sai vita, morte e miracoli ti aiuta a rimanere costante nella tua offerta a calibrarla su tale nicchia in modo che diventi irresistibile per il cliente tipo.

Continuiamo con l’esempio sopra, ho deciso che voglio vendere ai quarantenni bambinoni non cresciuti.

 

Il mio cliente tipo è:

Marco Trevigiani,

43 anni, ha un lavoro come grafico, in più fa qualche lavoretto al nero con cui ci si paga gli sfizi, tipo il nostro mouse.

Abita nella casa di proprietà dei genitori, dopo aver dovuto lasciare quella che aveva comprato con mutuo all’ex moglie con cui è separato da sette anni.

Vota a sinistra, ma ormai non si riconosce più nei partiti tradizionali e si chiede se è il momento di dare il suo voto alla protesta, alla provocazione pura e semplice.

Ci pensa ma sa già che non lo farà.

Il padre ora in pensione era ragioniere ed ateo, la sua mamma stenografa e super religiosa, non ha trasmesso la fede anche a lui.

Esce tre volte a settimana per vivere un po’ andando il martedì nel locale x, il giovedì all’y ed infine il sabato prima aperitivo al bar con gli amici e poi a ballare salsa che ha iniziato un corso tre me fà

Non compra il giornale, ma segue un paio di siti di news a pagamento in inglese, veste casual elegante comprando in parte su Zalando, in parte su Yoox.

Il suo Q.I che misura almeno un paio di volte all’anno è di 118, il suo carattere calmo e leggermente introverso, ma sa destreggiarsi bene anche in compagnia fino ad un certo numero di persone.

la sua auto è ….

i suoi Hobby sono

la sua donna ideale è…

le vacanze le passa con chi e dove…

ha il diploma e tre anni di Università non finita ecc. ecc.

Quali sono i suoi problemi, cosa vorrebbe risolvere ma non riesce?

ecc. ecc.

 

A che serve tutto questo?

Del resto questo ipotetico cliente neanche esiste di solito, se non nella nostra mente…

Non esiste uno che si chiama in quel modo, ma ne esistono altri reali che si comportano in un determinato modo perché hanno certe esperienze, sono attratti da altre e ne rifuggono altre ancora.

Il grande pregio di questo sistema non è solo sapere a chi rivolgersi per vendere, ma anche a chi non farlo, risparmiando tempo ed in ultima analisi anche soldi.

Calibreremo le nostre parole su questo cliente sempre e comunque, dato che sappiamo tutto di lui:

le nostre offerte saranno allettanti perché fatte con lui come destinatario unico, non tentando di vendere al mondo intero.

Vogliamo fare promozione?

nessun problema, sappiamo già i posti che frequenta, le riviste che legge, i siti che visita, non sprecheremo denaro in luoghi e servizi dove lui e tutti quelli come lui non vanno mai.

Una volta che siamo riusciti a far vibrare le nostre parole in sintonia con il cliente tipo, vendergli qualcosa non sarà difficile, lui sente, percepisce che la nostra offerta è ritagliata appositamente per lui, che lo conosciamo meglio di quanto si conosce lui stesso!

Fatto questo non rimane che scegliere un altra nicchia vicina e collegata e ripetere tutto il procedimento se ci interessa allargare il giro d’affari, o se la prima nicchia è troppo piccola per farci sopravvivere.

Allora sai già a chi venderai, chi sarà il tuo cliente ideale?

Risolvi questa domanda prima di gettarti in qualunque impresa, devi conoscere il tuo Futuro cliente alla perfezione, per capire come reagirà alla tua offerta.

 

Max

max@bartamax.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top