skip to Main Content
BartaMax Logo

Libera l'imprenditore che c'è in te e crea la tua Libertà Finanziaria sul web!

 

Il mio nome è Max ed ho fondato bartamax.com quando mi sono reso conto che molti non dicono la verità sul web, non dicono davvero come si guadagna con e su internet:

dicono solo quello che le persone vogliono sentirsi dire.

Apri un blog, crei il tuo sito e-Commerce, lo automatizzi e giri il mondo in barca a vela mentre il tuo sito web continua a vendere sempre di più.

Per coloro che soffrono il mal di mare o la barca gli va stretta, possono rimanere in spiaggia guardando con un occhio il mare con l'altro il telefono che ogni minuto ci dice che abbiamo venduto qualcosa.

Sai cosa, voglio provarci anche io, del resto è tutto così facile, se ci riescono quei nerd insignificanti americani, io che discendo da Leonardo da Vinci in pochi mesi faccio i fantastiliardi!

Questo pensano molti leggendo i mirabolanti guadagni di alcuni personaggi del panorama www in Italia.

Le cose non stanno così!

Guadagnare soldi sul web per chi non è pratico di questo mondo, è più difficile che nel mondo reale, l'unica grande differenza è l'investimento monetario con cui iniziare:

enorme fuori, molto piccolo almeno all'inizio sul web.

Meglio una verità scomoda che una dolce bugia, quando si tratta di migliorare la nostra vita.

Niente paura, se molti hanno sprecato enormi quantità di tempo denaro ed energia è perché non sapevano la strada, si illudevano che dato il web è così enorme basta poco per fare i soldi.

Infatti hanno ragione, basta poco per farli, però bisogna azzeccare il giusto poco, altrimenti ci rimetterai sempre e comunque.

 

Su bartamax ci sono e vi saranno sempre di più consigli operativi:

  • Dove si guadagna di più?
  • Come si aumentano i clienti?
  • Come si stabilisce che sono vanity metrics o le chiavi segrete del nostro progetto?
  • Come si combattono i nostri limiti interni che frenano il nostro percorso?
  • Perché non trovi lavoro e come trovarlo.
  • Cosa conta davvero, guadagnare o risparmiare?
  • Come attirare il giusto tipo di visitatori?
  • Quali clienti sono i migliori?
  • Come riconoscere chi si fa perdere solo tempo e chi sta per comprare.

Queste ed altre domande trovano risposta su BartaMax, in modo pratico ed utile, non solo grandi castelli di carta campati in aria.

Alcuni Post sono e saranno più leggeri, ma il succo è in quelli pesanti:

metodi, tecniche, strategie e trucchi per svoltare, per essere di più di quello che eravamo e che avevamo ieri.

 

 

Successo Personale

caratteristiche positive uomo
Mouse 84828

8 Categorie e 41 modi differenti di fare soldi (reali) con un Blog (1° Parte)

Post Series: Esci dalla corsa del Topo

Blog diversi hanno modi differenti di guadagnare, scegli quelli che meglio si adattano al tuo Blog.

Qualcuno pensa che con un Blog semplicemente non si possa guadagnare, altri che sia l’unico modo di guadagnare online, altri sono pronti a giurare che avere successo nel mondo Blog è difficile come diventare i Pink Floyd nella Musica o Picasso nella pittura.

Lasciamo perdere le varie opinioni diverse e concentriamoci invece su quello che conta davvero, cioè guadagnare, quindi passiamo subito alla fase operativa di rendere profittevole un blog costruendo le sue sue fondamenta:

  1. Scegli la nicchia di cui vuoi scrivere.
  2. Compra un dominio e apri il tuo blog.
  3. Inizia a scrivere articoli che siano utili a chi verrà a leggerli.
  4. Trova i lettori dei tuoi articoli.
  5. Devi creare un rapporto emozionale con i tuoi lettori.
  6. Inizia a guadagnare soldi con il tuo blog.

Se fare soldi con un blog non è facile, va però detto che ci consente di guadagnare in tante e tali forme che la maggior parte delle persone, comprese quelle che hanno un Blog neanche si immaginano lontanamente.

La maggior parte dei Blogger aspiranti imprenditori che non guadagneranno mai abbastanza dal loro Blog, si concentra sui punti uno, due e tre, quando invece tali punti sono solo le basi:

per far decollare davvero il nostro sito fondamentale è prima il punto 4 e dopo di esso il punto 5.

Dato che è più facile mettersi a scrivere nella quiete del proprio studio, senza interruzioni di sorta, che provare a sbattersi per cercare nuovi modi per portare nuovi lettori sul nostro Blog, i più si dimenticano chissà come di occuparsi di questo punto, che è invece la linfa vitale di ogni Blog o sito web che voglia diventare e rimanere profittevole nel medio lungo periodo.

Il punto sei, cioè iniziare a guadagnare dei soldi con il nostro Blog può essere fatto in vari modi, ci sono metodi diretti ed indiretti, ma partiamo subito con la prima categoria, quella forse più conosciuta:

  •  Guadagnare con la pubblicità

Il sistema più veloce, costa meno sforzo di tutti, il suo problema è che le tariffe sono solitamente basse, quindi tirarci fuori uno stipendio è veramente difficile, soprattutto in Italia e se il nostro blog non ha milioni di visitatori mese.

Dentro la categoria pubblicità troviamo ulteriori settori:

       1) Completa sponsorizzazione dell’intero Blog

In questo modo un solo inserzionista ci sponsorizza l’intero sito, a cui daremo ampio spazio all’interno del nostro Blog in varie modalità. Sovente la sponsorizzazione può essere divisa per due tre inserzionisti.

 

        2) Articoli sponsorizzati

Strategia molto diffusa che non viene sfruttata al meglio da molti, che sovente con un solo Post auto distruggono la propria reputazione creata magari in anni di duro lavoro.

In Pratica è scrivere articoli a pagamento per un determinato prodotto, azienda, attività marchio.

Ci sono varie accortezze che rendono questa strategia utile senza tornarci indietro malamente, qui voglio solo ricordare che deve sempre essere chiaro fin da subito che è un post sponsorizzato, non in fondo scritto in piccolo con frasi oscure.

 

       3)  Pubblicità Video.

Avete presente quei video che partono prima della vostra canzone preferita su Youtube?

Quella è video pubblicità.

Può essere messa all’inizio, alla fine o nel mezzo di un video.

Un’altra forma di pubblicità video è quella che trovate su molti portali o siti di news:

quando aprite la loro pagina partono automaticamente anche uno o più video pubblicitari.

 

      5)  Pubblicità nelle email o nella Newsletter.

Se la linfa monetaria del Blog viene da molti definita come il numero di email che riesce ad avere, non è certo un caso che inserire pubblicità dentro l’email che spediamo ai nostri iscritti alla Mailing List è un modo comune di guadagnare online.

 

       6)  Sponsorizzazione dei contenuti social.

Sempre più aziende guardano al mondo social come un ulteriore effettiva via per aumentare numero e qualità dei loro clienti.

Un Blogger specializzato in una nicchia e che ha creato contenuti social di valore, diventerà con il tempo e con notevole numero di persone che lo seguono,  un Influencer:

in pratica i fruitori del social sono influenzati nelle scelte di acquisto da quello che dice il blogger.

scontato che più grande il proprio bacino di utenti e più facile sarà trovare aziende disposte a sponsorizzare(ed anche a pagare molto di più).

 

        7) Ad Networks

Sono aggregatori di siti web con server solitamente centrale per la diffusione delle diverse pubblicità.

Avere molteplici siti web con i più disparati argomenti permette a chi organizza ed invia le pubblicità di essere settore specifico, aumentando la qualità dei clienti raggiunti dai loro spot pubblicitari.

Avete presente quei siti web che recitano nella pagina “questo sito contribuisce all’audienza di xyz”.

Non lo fanno solo per aumentare il numero di utenti complessivi del network:

serve a vendere meglio i loro spazi pubblicitari.

Partecipare ad uno di essi è facile per un blog, mentre il guadagno deriva dai soliti metodi:

un tanto a clic sui banner/video/foto dell’inserzionista, oppure una percentuale del prodotto venduto se l’utente arriva fino in fondo comprando il bene pubblicizzato.

 

       8)  RSS Feed Pubblicità.

I Feed RSS non hanno più la popolarità di un tempo, ma in alcuni casi può essere profittevole vendere alle aziende o agenzie degli spazi pubblicitari in essi.

Anche qui è tutto molto semplice da fare, ma salvo grandi numeri abbonati al vostro Feed RSS, è assai difficile farci sopra i 100/300Euro.

 

        9) Ambasciatore di un Brand.

L’ambasciatore di un Brand non è un dipendente diretto del Brand-Marchio che promuove, è semplicemente una persona che mangia, beve, dorme, respira tale Brand.

Per diventare Brand Ambassador bisogna essere coerenti con le linee guida dell’azienda, altrimenti difficilmente ne ricaveremo dei soldi dalla casa madre.

La maggior parte degli ambasciatori di Brand lo sono senza essere pagati, le loro entrate derivano da altre tipologie di guadagno online.

La maggior parte dei siti sull’iPhone o sull’Apple in generale sono ambasciatori free del marchio della mela.

Come la maggior parte delle attività su internet, è improbabile diventare Ambasciatori di un grande Brand senza grandi numeri di visitatori sul proprio sito.

Il vostro Blog copre un argomento super-specializzato di nicchia?

Se la risposta è si, diventa probabile essere contattati da aziende del settore per rappresentare e promuovere il loro Brand.

Nella sfortunata ipotesi che nessuno vi contatti, la ragione è una di queste due:

a)  Non avete abbastanza visitatori.

b)  Il vostro Blog non è in linea con le aziende della vostra nicchia.

Essere contattati e vedersi offerto il “lavoro” di Ambasciatore è sicuramente gratificante, ma quando questo non accade possiamo agire in modo attivo.

Sei convinto che il tuo sito ha valore aggiunto per uno o più Brand e sai anche che i tuoi visitatori per la specifica nicchia sono molti, puoi benissimo contattare direttamente le aziende e fargli tu una proposta.

 

      10)  Competizioni, concorsi a premi ed omaggi.

Ognuna di queste tre è un ottimo sistema per aumentare il grado di coinvolgimento dei visitatori del nostro Blog.

Non è molto intuitivo il fatto che regalo delle cose e ci guadagno, mi sembra che come minimo ci rimetto il prezzo degli omaggi o dei premi, senza considerare l’enorme quantità di tempo necessaria.

Per prendere dei soldi da questi metodi, basta farsi sponsorizzare l’evento da qualche azienda, ad esempio regaliamo 3 forni a microonde della pinco pallino srl:

Non solo la nostra spesa sarà pari a zero ed aumentiamo il grado di coinvolgimento dei nostri utenti, possiamo fare un ulteriore passo avanti:

Farci Pagare!

In fondo chi si iscrive per il concorso, per l’omaggio o per il premio di una competizione vuole l’oggetto in palio.

Dato che vince solo uno o pochi tra coloro che partecipano la voglia di chi non ha vinto sul prodotto rimane insoddisfatta e ci sono buone probabilità che lo acquisti.

In pratica questi metodi sono vere e proprie pubblicità targetizzate:

non vengono fatte sull’intera popolazione ma solo su potenziali acquirenti che desiderano il prodotto di tale Brand, risulta quindi giusto farsi pagare per il servizio reso a tale Brand.

 

     11) La più popolare: banner, link video e/o immagini pubblicitari sul nostro Blog.

Anche qui due principali metodi:

a) Fare tutto da soli.

b) Affidarsi a servizi esterni, Adsense di Google è il più grande in assoluto, ma ve ne sono altri.

Fare tutto da soli vuol dire cercarsi i clienti, contrattare con i clienti, convincerli che è una buona idea spendere soldi in pubblicità online e soprattutto che è un’ottima idea farla proprio sul nostro blog.

Senza alto numero di visitatori e senza affinità con le aziende a cui vogliamo vendere gli spazi pubblicitari, sarà quasi impossibile vendere qualcosa,  non parliamo poi di ottenere un buon prezzo.

Con Adsense questi problemi non ci sono, basta aprire un Account su Google, inserire un paio di righe di codice nel nostro blog e siamo già operativi.

Google dall’alto dei suoi algoritmi super precisi cercherà di mandarci sempre pubblicità rilevanti alla nostra nicchia di mercato.

Anche con Adsense od altri è assai difficile passare i 100 euro mese:

ci vogliono molti visitatori al blog e soprattutto molti che cliccano sulla pubblicità.

 

    Affiliazioni:

Insieme alla pubblicità è il metodo più popolare, richiede poco sforzo e se scegliamo bene con chi affiliarsi può portare discreti soldi nelle nostre tasche.

     12) Affiliazioni con siti web di e-commerce.

Forse uno dei metodi più comuni con cui i blogger riescono a guadagnare soldi su internet.

Quando viene pronunciata la parola affiliazione, immediatamente molti pensano ad Amazon ed il suo programma di affiliazione.

All’interno del vostro Blog dovete mettere speciali link che portano al tale prodotto venduto da Amazon o altri siti negozio similari.

Colui che ha cliccato verrà identificato e per un periodo definito di tempo se l’utente finalizza l’acquisto del prodotto voi riceverete una commissione variabile da prodotto a prodotto.

Forse qualcuno lo avrà già pensato, mentre per chi non l’ha ancora fatto voglio rivelare subito come molti Blog usino specifiche tattiche per aumentare i guadagni generati dalle affiliazioni.

a) Il Blog www.pinco-pallino.net ha un affiliazione con Amazon.

b) Il blogger scrive Post appositi con la (quasi)unica funzione di guadagnare dalle affiliazioni, del tipo:

  • I dieci migliori libri per il giardinaggio
  • 100 libri che ti cambieranno la vita
  • 50 libri letti dai bilionari.

Vediamo subito come con un solo articolo il Blogger inserisca il link affiliato per decine o anche centinaia di prodotti.

Sopra abbiamo visto l’esempio libri, ma non è di certo l’unico settore dove i blogger usano questa specifica tecnica:

Quasi tutto quello che riguarda le fondamenta della rete è normalmente venduto anche tramite affiliazione:

  • I migliori 50 Plugin per WordPress
  • 100 temi per WordPress che vi sbalordiranno.
  • 25 risorse di cui non puoi fare a meno nel tuo Blog.

Anche qui un unico post e decine di link che aumentano le probabilità di guadagnare.

 

     13) Affiliazioni Pubbliche.

Come dice lo stesso nome, sono pubbliche, aperte a chiunque voglia partecipare:

in pratica siete disposti ad ospitare sul vostro Blog qualsiasi affiliazione proposta.

Questo va bene per siti generalisti con grandi quantità di traffico indifferenziato, ma per un Blog che copre uno specifico settore di nicchia non è la migliore scelta possibile.

 

     14) Affiliazioni Private.

Solo le aziende selezionate verranno inserite sul vostro Blog:

come sempre conta di più la qualità che la mera quantità.

Le statistiche dicono che le affiliazioni seguono la legge di Pareto:

il 20% delle affiliazioni porta l’80% dei guadagni, allora perché perdere tempo e frequenti mal di testa per gestire una miriade di affiliazioni?

Meglio averne poche ma buone scelte da noi:

possiamo essere contattati da aziende interessate, oppure possiamo noi stessi invitare le aziende in linea con il contenuto del nostro blog, a farci affiliare a loro tramite il nostro Blog.

 

Vendita di prodotti.

Possono essere divisi in due grandi categorie:

  • Prodotti Fisici.
  • Prodotti Digitali.

Vediamo subito quelli fisici, che una volta acquistati il cliente può toccare con mano:

     15) Libri.

Molto comune tra i Blogger più famosi la prassi di stamparsi il proprio libro:

grazie agli articoli del Blog hanno già abbondante materiale sull’argomento, non gli resta che aggiornarlo un po’, dargli una forma organica e scorrevole, farlo stampare da qualche tipografia ed il libro è pronto da spedire.

A questo punto non gli resta che decidere se venderlo sul proprio Blog o su altre piattaforme tipo Amazon:

vero che le piattaforme si mangiano una buona parte dei profitti, ma consentono di eliminare la logistica di un prodotto fisico, che sovente rubano una marea di tempo.

 

     16) Materiale Didattico.

Dopo aver pubblicato Post per anni sullo stesso argomento, un blogger ha portato a conoscenza del suo pubblico molte cose, che possono essere riunite per argomento e vendute come materiale per imparare di più su quel settore.

Al contrario del libro è più facile e veloce creare materiale per singoli argomenti, inoltre spesso il taglio è molto concreto, sul pratico, niente divagazioni filosofiche per aggiungere qualche pagina al libro.

 

     17) Gadget ed altre merci relative al proprio Blog.

Non certo la strada più seguita per fare soldi online, ma esistono persone che lo fanno e riescono ad arrotondare qualche euro.

Si può andare dalla tazza con stampato il nome del Blog, al portachiavi, passando per le comuni magliette con stampato il logo del blog o qualche frase ironica relativa a quello di cui si occupa il blog stesso.

In pratica si contatta una ditta specializzata, gli facciamo fare il prodotto ed infine lo mettiamo in vendita ad un prezzo maggiorato.

Per vendere avremo bisogno di veder soddisfatte uno o meglio entrambe queste condizioni:

a) Utenti del blog molto coinvolti.

b) Tanti visitatori.

 

I prodotti virtuali, digitali, scaricabili, sono i migliori prodotti da vendere online:

        18)  Software.

Il sogno di molti l’incubo di altri:

creare un software proprio e venderlo può fare guadagnare tanto, ma davvero tanto, solo che non è così facile come sembra, anche per chi la materia la conosce veramente bene(cioè sa programmare).

Inoltre anche creare il miglior software al mondo non ci assicura il successo economico, troppe variabili entrano in gioco e non sempre sono a nostro favore.

Inoltre creare del buon software da vendere può richiedere molto tempo e la collaborazione di altre persone che potrebbero far salire troppo i costi, senza nessuna garanzia di successo(quella non c’è mai, bisogna abituarcisi).

Plugin a pagamento per WordPress, temi sempre per WP, convertitore di documenti, riduttori di grandezza immagini, programmi di cifratura, l’elenco è praticamente infinito:

ricordarsi solo che tutto quello che riguarda l’informatica ha una scadenza ravvicinata, anche avendo successo bisogna immediatamente pensare agli aggiornamenti ed a nuovi prodotti da mettere in vendita.

 

     19) eBooks

Al numero 15 abbiamo visto come il blogger può facilmente creare e mettere in vendita un proprio libro fisico.

Creare un libro digitale, un eBook è cento volte più semplice:

Nessun libro da stampare, nessun libro da spedire.

Basta metterlo ad un indirizzo specifico del blog, settare le autorizzazioni necessarie per sbloccarsi dopo l’acquisto ed ecco che possiamo vendere 100/1000 o anche un milione di copie senza problemi.

Nella fortunata ipotesi che le copie vendute siano davvero molte, meglio appoggiarsi ad un servizio esterno per ospitare l’eBook di cui gli utenti devono fare il download:

il download contemporaneo di molti utenti potrebbe mettere in difficoltà il nostro blog, quando non avessimo sotto scritto piani molto costosi di hosting.

 

Continua…

Se l’articolo ti è piaciuto un Like su Facebook o uno sharing mi aiuta moltissimo ed a te non costa niente.

Grazie!

Max

max@bartamax.com

 

 

 

 

 

 

 

 

Back To Top