skip to Main Content
BartaMax Logo

Libera l'imprenditore che c'è in te e crea la tua Libertà Finanziaria sul web!

 

Il mio nome è Max ed ho fondato bartamax.com quando mi sono reso conto che molti non dicono la verità sul web, non dicono davvero come si guadagna con e su internet:

dicono solo quello che le persone vogliono sentirsi dire.

Apri un blog, crei il tuo sito e-Commerce, lo automatizzi e giri il mondo in barca a vela mentre il tuo sito web continua a vendere sempre di più.

Per coloro che soffrono il mal di mare o la barca gli va stretta, possono rimanere in spiaggia guardando con un occhio il mare con l'altro il telefono che ogni minuto ci dice che abbiamo venduto qualcosa.

Sai cosa, voglio provarci anche io, del resto è tutto così facile, se ci riescono quei nerd insignificanti americani, io che discendo da Leonardo da Vinci in pochi mesi faccio i fantastiliardi!

Questo pensano molti leggendo i mirabolanti guadagni di alcuni personaggi del panorama www in Italia.

Le cose non stanno così!

Guadagnare soldi sul web per chi non è pratico di questo mondo, è più difficile che nel mondo reale, l'unica grande differenza è l'investimento monetario con cui iniziare:

enorme fuori, molto piccolo almeno all'inizio sul web.

Meglio una verità scomoda che una dolce bugia, quando si tratta di migliorare la nostra vita.

Niente paura, se molti hanno sprecato enormi quantità di tempo denaro ed energia è perché non sapevano la strada, si illudevano che dato il web è così enorme basta poco per fare i soldi.

Infatti hanno ragione, basta poco per farli, però bisogna azzeccare il giusto poco, altrimenti ci rimetterai sempre e comunque.

 

Su bartamax ci sono e vi saranno sempre di più consigli operativi:

  • Dove si guadagna di più?
  • Come si aumentano i clienti?
  • Come si stabilisce che sono vanity metrics o le chiavi segrete del nostro progetto?
  • Come si combattono i nostri limiti interni che frenano il nostro percorso?
  • Perché non trovi lavoro e come trovarlo.
  • Cosa conta davvero, guadagnare o risparmiare?
  • Come attirare il giusto tipo di visitatori?
  • Quali clienti sono i migliori?
  • Come riconoscere chi si fa perdere solo tempo e chi sta per comprare.

Queste ed altre domande trovano risposta su BartaMax, in modo pratico ed utile, non solo grandi castelli di carta campati in aria.

Alcuni Post sono e saranno più leggeri, ma il succo è in quelli pesanti:

metodi, tecniche, strategie e trucchi per svoltare, per essere di più di quello che eravamo e che avevamo ieri.

 

 

Successo Personale

caratteristiche positive uomo
Tassonomia Cosa E

2018: ha ancora senso avere un proprio sito web, un Blog?

Avere un proprio sito web potrebbe diventare ogni giorno più inutile:

Attenzione a Facebook e Google, vogliono eliminare i piccoli!

Che ci vogliono far fuori già lo sapevamo, non ci vuole un genio per capirlo:

le grandi multinazionali tendono a distruggere per loro stessa natura tutto ciò che è piccolo, a misura d’uomo, che non passa attraverso le loro mani.

Lo abbiamo già visto accadere con i supermercati, siamo passati dalle migliaia di piccole botteghe familiari ai grandi super/iper mercati.

Poi è toccato all’abbigliamento, alle ferramenta, quasi ovunque il piccolo, il familiare, il personale è stato ridotto a percentuali da prefisso telefonico.

Internet è diverso, è la rivincita del piccolo contro i colossi mondiali!

Magari lo fosse, avere un proprio sito web sarebbe allora giustificato:

vero una notizia può diventare virale, partire da una singola persona sul suo sito gratuito e raggiungere milioni, miliardi di persone, ma…

Solo se viene permesso, solo se coloro che fanno da filtri alle informazioni le fanno passare:

provate ad essere bannati da Google, Facebook, Youtube e qualche altro e poi scoprirete che praticamente non esistete:

Siete un indirizzo senza cartelli stradali, anzi molto peggio:

un indirizzo senza una strada per arrivarci!

Facebook ha sempre cercato di tenere gli utenti più a lungo possibile dentro il suo ecosistema, in fondo più tempo le persone passano dentro e maggiore è il loro valore in termini di informazioni, dati, introiti pubblicitari ed altro, spesso anche poco corretto, se non ancora proprio illegale.

Google era diverso!

Ho letto molti elogi sul sistema di business di Google basato sul farti stare il meno possibile sulla sua pagina ed indirizzarti da un’altra parte in meno di un secondo.

Nonostante questo, guadagni spaventosi, molto più alti di quelli di Facebook ed altri, grazie anche ad Youtube che funziona invece sul guarda più video possibili.

Nel 2017 Google ha cambiato l’alfabeto!

Alphabet la società in cui sono confluite le varie attività Google e c. deve aver pensato che il modello di business ha i giorni contati, d’altra parte se non le sanno loro le tendenze della rete chi volete che le sappia?

Forse non ve ne siete accorti ma sempre più spesso cercando una qualsiasi cosa su Google la riposta arriva già con la pagina Google e molto raramente c’è bisogno di cliccare su qualche sito per avere altre informazioni.

La cosa è iniziata molto tempo fa con il traduttore, una delle funzionalità che molti italiani digiuni totalmente di inglese hanno apprezzato di più:

perché andare in un sito apposito per tradurre, quando il miglior traduttore al mondo ce l’hanno loro e molti siti che dicono di fare meglio spesso si appoggiano in un modo o nell’altro, più o meno direttamente all’algoritmo di Google.

Wikipedia ci rimette molto!

Digitando qualsiasi parola, soprattutto connessa con il mondo della scuola, delle discipline matematiche e di scienza nel senso più ampio era normale avere come primo risultato sempre wikipedia, il famoso sapere condiviso creato dalla rete(Nonciclopedia è molto meglio e si ride pure).

Inutile parlare, vediamo una ricerca oggi a pochi giorni dal 2018:

Non mi ricordo bene se la tassonomia è lo studio dei tassi, delle tasse o dei tassisti, quasi quasi lo chiedo a Google.

schermata Google della ricerca sulla parola tassonomia cosa è.

schermata Google della ricerca sulla parola tassonomia cosa è.

Google risponde al mio dubbio con largo margine, non c’è alcun bisogno per me di andare su wikipedia o altri siti web per saperne di più.

Avere un proprio sito web:  Cosa me ne frega a me di wikipedia?

Si domanderà come sempre l’utente molto evoluto della rete.

Ce ne frega perché la stessa tendenza Google la mette in atto anche con i piccoli siti:

Creando autonomamente estratti di contenuto che rendono spesso inutile visitare il sito stesso da cui proviene l’informazione, in poche parole:

Google continua a mettere il tuo link, ma le tue visite, se il suo sistema funziona, tenderanno inevitabilmente a diminuire giorno dopo giorno!

 

Cosa fare se questa situazione peggiora, come probabilmente accadrà?

Avere un proprio sito web ci permette di sfruttare fino a quando possibile le proprie risorse interne, quelle solo nostre:

prima fra tutte l’email, in qualche caso sostituita dal numero di telefono grazie alle notifiche, ma ricordarsi che ad oggi ha ancora più valore l’email per vendere un prodotto.

Iniziare a racimolare email il prima possibile, sono la nostra unica fonte di traffico su cui abbiamo una certa misura di controllo, tutto il resto, Google, Facebook, Medium, Youtube, Instagram ecc. ecc. non dipendono da noi e se qualche volta possono farti fare il botto positivo è molto più facile che te lo creino presto uno negativo, con sempre meno persone indirizzate nel tuo piccolo angolino.

In seguito vedremo, siamo sopravvissuti fino ad ora, semplicemente ci adatteremo…

 

Attento ai giganti, schiacciano i piccoli anche senza volerlo, prova ad immaginare cosa succede quando lo vogliono…

Max

max@bartamax.com

 

Back To Top